Le pietre del Capricorno

Malachite e Agata blu
22 Dicembre – 20 Gennaio

La disposizione delle stelle più brillanti ricorda un triangolo isoscele e rettangolo rovesciato. La costellazione ha origini molto antiche, basato sul mitologico animale dalla testa di capra e la coda di pesce che sta ad indicare simbolicamente l’attrazione verso le vette e l’attrazione verso l’abisso.
Questo segno indica l’inizio dell’inverno, momento estremo di oscurità, quando per i semi, nella profondità della terra, inizia il lento e faticoso processo di vegetazione.
 

Splendida pietra del segno è la MALACHITE, carbonato basico di rame.

Malachite

   Formula: Cu2[(OH)2CO3]

   Classe: Carbonati

   Durezza: 3,5

   Colore: Verde

Il termine malachite probabilmente deriva dal greco "molochitis" che significa malva a causa del suo colore verde

Per il suo bellissimo colore è sempre stata considerata una pietra decorativa di grande pregio: di malachite sono le colonne della cattedrale di Sant’ Isacco a Leningrado.

L’AGATA il cui nome deriva da Akhata, fiume della Sicilia dove furono trovati i primi giacimenti, si presenta in una infinità di colori, di striature e disegni.La varietà di colore blu è la più idonea per questo segno.

Agata blu

   Formula: SiO2

   Classe: Ossidi

   Durezza: 7

   Colore: blu

Ha le stesse caratteristiche dell’agata. Anticamente era considerata una pietra preziosa e anche Teofrasto, filosofo e naturalista greco, vissuto nel II° secolo a.C., parla delle proprieAnttà dell’agata nella sua opera di mineralogia.


Il segno del Sagittario   Torna alle Pietre dello Zodiaco   Il segno dell'Acquario