Le pietre del Leone

Ambra e Quarzo citrino
23 luglio - 23 agosto

Quinto segno dello Zodiaco occupa il mezzo dell’estate quando la natura è sottoposta ai caldi raggi del sole.
Il Leone è il re degli animali, simbolo di potenza sovrana ed ai nati di questo segno conferisce volontà ed energia.
A questo segno si addicono le pietre dai riflessi dorati e in particolare l'AMBRA che non è un minerale, ma una resina fossilizzata di alcune Conifere (Pinus succinifera).                                                                        

Ambra Grezza    Formula: resina fossile

   Classe: materiale organico

   Durezza: 1-3                   

   Colore: Giallo

Già nel 600 a.C. il filosofo naturalista greco Talete di Mileto conosceva la proprietà dell’ambra di caricarsi elettricamente per effetto dello strofinio e di attirare, di conseguenza, oggetti leggeri. Per questa particolare proprietà, per il suo caratteristico colore, l’ambra è stata considerata una sostanza pregiata con cui fabbricare gioielli che avevano funzioni di amuleti contro gli spettri e le creature demoniache.

L’ambra collega l’energia individuale all’energia cosmica, l’anima individuale a quella universale si può quindi considerare un condensatore di corrente che, caricandosi, scarica dei loro eccessi coloro che la portano. Per questo motivo molti rosari hanno i grani di ambra.

Questi suoi poteri trovano riscontro in un antico mito greco.

Si racconta che Fetonte, figlio del Sole, levatosi in volo sul carro del padre, non sapendo controllare, per imperizia, i cavalli del Sole, finisse con il precipitare nel fiume Eridano (il Po). Le sorelle lo piansero a lungo fino a quando gli dei commossi le trasformarono in pioppi. Le giovani però continuarono a piangere e le loro lacrime, cadendo al suolo, si trasformarono in gocce di ambra.

Da sempre si è creduto che questa gemma possedesse la capacità di attirare su di sé tutte le sofferenze.

La si può sfruttare beneficamente portandola a guisa di ciondolo da appendere ad una collana piuttosto lunga in modo che possa venire a contatto con il chakra del cuore.

E’ necessario, dopo averla usata, purificarla come per tutte le altre pietre per eliminare le energie negative che ha assorbito. Le sue capacità si potenziano esponendola al sole.

Associato a questo segno è anche il QUARZO CITRINO, varietà di quarzo che deve il suo nome al bel colore giallo dovuto ad inclusioni di idrato ferrico. È molto usato come imitazione del più raro e caro topazio con la denominazione di fantasia di "topazio di Palmira".

Quarzo Citrino

   Formula: SiO2

   Classe: Ossidi

   Durezza: 7

   Colore: Giallo

Giallo o bruno per la presenza di inclusioni di idrato ferrico, diventa bianco se riscaldato e bruno scuro (detto allora quarzo morione) se sottoposto ad irraggiamento con raggi X.


Il segno del Cancro   Torna alle Pietre dello Zodiaco   Il segno della Vergine