Uomo del deserto

LA LITOMANZIA

ovvero

Divinazione con le Pietre

Rosa del deserto

Fin dai  tempi più remoti l'uomo ha cercato di indagare nel proprio futuro affidandosi alle arti divinatorie e alle profezie. Fra le arti divinatorie chiamate con termine greco "mantiche" la forma per eccellenza era l'oracolo, cioè il responso che gli antichi credevano di ricevere da una divinità o da un eroe  defunto.

In Uganda, per esempio, presso i Ba-granda la tomba dei re erano luoghi oracolari e lo stesso re vivente, in preda agli effetti di sostanze allucinogene, vaticinava imitando la voce del morto.

I morti erano considerati rivelatori di verità perchè depositari di conoscenze precluse ai viventi. In particolare   gli oracoli greci hanno attestato l'evidente connessione fra rivelazione oracolare e voce dei morti. In Grecia, infatti ,esistevano luoghi oracolari nei quali si credeva che parlassero i defunti (oracolo di Delfi, tomba di Tiresia, oracolo di Cuma)

Gli Etruschi e i Romani erano considerati particolarmente sapienti nelle arti divinatorie fra le quali   l'interpetrazione dei visceri degli animali e del volo degli uccelli. Una delle più celebri testimonianze in merito è contenuta nella tradizione che presenta Romolo e Remo nell'atto di interpetrare il volo degli uccelli prima di tracciare il solco dove sarebbe poi sorta Roma.

La maggior parte delle popolazioni asiatiche, africane e polinesiane ritenevano suscettibili di interpetrazione ogni aspetto della natura e quindi anche le pietre.Si può quindi dire che presso tutte le culture furono presenti metodi di divinazione.

La litomanzia era appunto una delle più antiche e suggestive tecniche di divinazione e si basava sulla interpetrazione dei colori della fiamma di una candela intorno alla quale venivano sparse pietre colorate, preferibilmente pietre preziose.

La fiamma della candela acquistava riflessi diversi. I riflessi blu, verdi,e rossi erano considerati di buon augurio e, in particolare, i riflessi blu indicavano buona fortuna, i verdi facevano ben sperare nella realizzazione di progetti, i rossi indicavano felicità in amore. Vi erano però anche riflessi meno fausti come quelli di colore giallo che indicavano l'avvicinarsi di un periodo di tristezza e i neri che purtroppo erano presagio di sventura.

disegno rosa.JPG (3669 bytes)Un'altra pratica antichissima è la Geomanzia. E' cosi antica che non si sa quando sia nata, probabilmente la usavano i popoli della Mesopotamia ancora prima della nascita della Astrologia. E' l'arte oracolare dei popoli del deserto e delle tribù nomadi e per questo è stato scelto come simbolo la rosa del deserto.

Questo metodo si basava originariamente sulla interpetrazione dei segni tracciati con un pugnale sulla sabbia da chi voleva conoscere il proprio futuro.I segni possono essere sostituiti con piccole pietre con le quali si compongono le figure geomantiche di base. Per ottenere queste figure si lasciano cadere su una superficie piana, a caso e senza contarle, delle pietre in quattro file orizzontali disposte l'una sotto l'altra. Si contano le pietre di ogni fila e se il numero delle pietre cadute è pari si segnano due circoli, se è dispari uno solo.

Nella prima riga il numero è pari e si segnano due circoli.
Nella seconda fila il numero è dispari  e si segna un circolo.
Nella terza fila il numero è pari e si segnano due circoli.
Nella quarta fila il numero è dispari e si segna un circolo.

Per comporre il Tema Geomantico occorre formare quattro di queste figure, dette Madri, tracciando a caso quattro file di punti per quattro volte (come appare nelle figure sottostanti).

Queste quattro figure (Madri) sono fondamentali perchè in esse è chiuso tutto il Tema Oracolare Geomantico. E' dalle Madri infatti  che  si ottengono 12 stanze e 16 figure  ciascuna delle quali ha un suo significato.

Queste sono le sedici figure, ciascuna con i suoi significati principali, che formano il Tema geomantico principale nel quale ciascuno può trovare intuitivamente le risposte alle sue domande.

via.jpg (12331 bytes) popolo.jpg (15798 bytes) riunione.jpg (14585 bytes) carcere.jpg (13552 bytes)
Comunicazioni
Viaggi
Strade
Corsi d'acqua
Gente
Prosperità
Contratti
Grande città
Unione
Amore
Matrimonio
Aiuto
Impedimento
Obblighi pesanti
Accerchiamento
Luogo chiuso
gioia.jpg (14162 bytes) tristezza.jpg (14666 bytes) ragazza.jpg (14541 bytes) ragazzo.jpg (14349 bytes)
Armonia
Felicità
Espansione
Vittoria
Malinconia
Pentimento
Fallimento
Preoccupazione
Passività
Costanza
Dolcezza
Femminilità
Lotta
Ribellione
Violenza
Immaturità
guadagni.jpg (14803 bytes) perdite.jpg (14260 bytes) grandefortuna.jpg (14886 bytes) piccolafortuna.jpg (15779 bytes)
Abbondanza
Progresso
Successo

Realizzazione
Amarezza
Delusione
Insucesso
Equivoco
Fortuna
Successo
Protezione
Forza interiore
Fortuna nelle piccole cose
Accomodamento Compromesso
rosso.jpg (15342 bytes) bianco.jpg (14410 bytes) testadrago.jpg (14496 bytes) codadrago.jpg (14943 bytes)

Fuoco
Calore
Coraggio
Collera

Candore
Chiarezza

Meditazione Contemplazione
Energia
Progresso
Fecondità
Creatività
Disgregazione Corruzione
Insidia
Confusione

Secondo le antiche tradizioni il momento più adatto alle pratiche divinatorie è l'ora del tramonto. Sono da evitare i giorni di vento e di burrasca. E'  consigliabile scegliere il giorno della settimana più adatto all'argomento sul quale si desidera il responso.

LUNEDI' Giorno della Luna è favorevole ai problemi femminili in genere, ai viaggi di mare e all'arte
MARTEDI' Giorno di Marte è indicato per i processi, le gare
MERCOLEDI' Giorno di Mercurio è indicato per gli affari e i contatti con il pubblico
GIOVEDI'   Giorno di Giove è indicato per rivolgere domande relative al successo e alla carriera
VENERDI' Giorno di Venere è consigliabile per chiedere responsi sull'amore e il  matrimonio
SABATO Giorno di Saturno  è favorevole alla domande riguardanti la giustizia, gli impegni di lavoro
DOMENICA Giorno del Sole è adatto per porre domande inerenti agli avanzamenti e alle vincite.

I Romani si interessarono a questo sistema di divinazione diventando molto abili nella interpetrazione delle varie figure

Questi esempi indicano come l'illusione di poter conoscere il proprio futuro abbia spinto l'uomo a cercare e a praticare i più strani sistemi di divinazione; ma quali saranno state le domande alle quali l'uomo attraverso i secoli ha cercato di dare delle risposte? Probabilmente saranno state diverse nella forma, ma sicuramente identiche a quelle che anche oggi ci poniamo tutti noi perchè non sono mai mutati nè muteranno i grandi interrogativi della vita.