SCELTA ED USO DELLA PROPRIA PIETRA

Anche se in questa sezione del sito accennerò alle possibili relazioni fra la propria pietra e i segni zodiacali e alle ipotetiche proprietà curative dei cristalli, non è assolutamente mia intenzione fare vera cristalloterapia. Non tralascerò comunque di accennare alle  possibili  proprietà curative dei cristalli sempre cercando di conciliare la fantasia con la realtà, la conoscenza empirica con quella scientifica, la cultura orientale con quella occidentale. L’idea che l’umanità, all’inizio del 2000 sia entrata  in un nuovo periodo che sarà contrassegnato da profondi e radicali mutamenti in tutti i settori della vita ha dato origine a una nuova corrente di pensiero che abbraccia tutti i settori della vita. Questa corrente, definita "Il movimento che non ha nome” è nota oggi con il nome di  New Age  e ha come ipotesi di fondo il raggiungimento di una trasformazione sociale come conseguenza di una trasformazione personale che si può attuare attraverso innovative tecniche di sviluppo della potenzialità umana e l’uso di nuove terapie alternative. Particolare attenzione è rivolta all’ecologia, non a quella intesa come rispetto dell’ambiente, ma a una ecologia fondata sul principio che tutta la Terra è una realtà vivente e,di conseguenza, quanto vi fa parte è dotato di una propria vita.
Anche i minerali e i cristalli sono quindi da considerarsi "vivi" e, fra le varie terapie alternative, si parla oggi di"cristalloterapia", basata sui presunti poteri dei cristalli i quali, potenziando la struttura energetica umana, aiuterebbero a superare molti mali dovuti alle disarmonie energetiche dei vari "corpi sottili" di cui è formato il nostro corpo fisico. Fra le varie terapie naturali, la cristalloterapia è la meno diffusa ma, come tutte le altre, affonda le sue radici nel passato più remoto dell'essere umano. Fin dai tempi più antichi, infatti, i minerali venivano utilizzati per creare amuleti, portafortuna, oggetti vari a scopo ornamentale, cosa che accade anche oggi seguendo il gusto di una epoca passata o, secondo forme più moderne, con il preciso intento di proteggere la persona che li porta contro i nemici, gli spiriti maligni o il malocchio (e, quindi, nel loro pieno significato magico ed esoterico). Oltre a ciò i minerali erano anche impiegati contro malattie e disturbi di vario tipo: venivano infatti ridotti in polvere per realizzare pozioni che potevano essere somministrate. Oggi si tende a posizionare i cristalli su determinate zone del corpo. Il cristallo, fungendo da collettore di energia, sarebbe in grado di innescare il fenomeno dell’autoguarigione.
La medicina moderna è poco propensa a dare credito alla cristalloterapia. Questo atteggiamento è più che naturale in quanto questa terapia non ha effettivi riscontri scientifici. Pietre e cristalli si possono comunque considerare una fonte rigeneratrice. I Giapponesi, ad esempio, usano le pietre non solo per rendere più belli e accoglienti giardini e case ma anche per favorire la concentrazione e la meditazione.

Alcune  pietre sono di grande pregio, altre sono particolarmente utili, altre ancora poco conosciute e quindi anche poco valorizzate ma tutte sono ugualmente misteriose. Fra tutte queste, per ciascuno di noi, vi è una "pietra."

La scienza che studia le associazioni tra pietre, colori e segni zodiacali è antichissima e già i Caldei, gli Assiri e gli Egiziani parlavano di corrispondenze fra pietre e segni dello Zodiaco e i Faraoni e gli imperatori romani si facevano consigliare dagli astrologi nella scelta delle pietre da indossare. Oggi si tende a rivalutare questa scienza  ma vi sono "divergenze di opinioni" fra gli stessi astrologi.
Alcuni sostengono che bisogna prendere in considerazione  la costellazione zodiacale presente al momento del concepimento e non quella della nascita, altri sostengono che bisogna tenere conto prevalentemente dell'ascendente, per altri infine (ed è questo anche il mio modesto parere) nella scelta di quella che sarà la "nostra pietra" è infatti preferibile lasciarsi guidare solamente dall’istinto.

La pietra giusta dovrebbe  essere scelta in base al proprio carattere, alla personalità, al colore ed anche alle situazioni contingenti.

Generalmente chi è attratto:

Inoltre chi ha preferenza per

Valgono poi alcune regole generali: è preferibile portare pietre burattate cioè levigate, evitando quelle di colore rosso se si è nervosi ed irritabili, perché si diventerebbe troppo aggressivi, e le perle se si è particolarmente sensibili in quanto si tenderebbe ad immagazzinare tensioni ed angosce.

Altra regola da seguire è quella di non portare mai la pietra zodiacale corrispondente al segno precedente. Insieme alle pietre del proprio segno bisognerebbe inoltre portare anche la pietra complementare che ha l’effetto di mitigare le asprezze e gli eccessi del proprio carattere.

Inoltre le pietre (ricordando sempre che con questo termine si intendono minerali, cristalli, gemme) sono strettamente collegate ai colori perché ne assorbono e ne riflettono le energie.

Il diaspro, l’agata, il rubino e la corniola, pietre di colore rosso, hanno la proprietà di infondere vitalità e benessere.

I topazi, i quarzi citrini, le pietre gialle in genere sono utili per vincere la timidezza; infatti il giallo, colore del sole, infonde sicurezza ed energia.

Il verde è il colore che mette in armonia con la natura e le pietre verdi come lo smeraldo, la malachite aiutano a ritrovare serenità mentre le pietre blu, come il lapislazzuli e la sodalite, stimolano le attività intellettive.

Il colore turchese racchiude l’energia del giallo e la serenità del blu e le pietre di questo colore sono ideali per chi soffre di ansia e di depressione.

Le pietre viola, e in particolare l’ametista, potenziano l’intuitività.

Le pietre nere, come l’onice e l’ossidiana, infondono coraggio.

Le pietre di colore rosa infine, sono efficaci per acquistare maggiore fiducia in sé. Il quarzo rosa, portato come ciondolo al collo, in modo da toccare il chakra del cuore, aiuta a dare armonia a questo centro ma, tutte le pietre della famiglia dei quarzi, portate al collo conferiscono benessere perché purificano ed equilibrano i campi energetici del quarto chakra (il Cardiaco) e del quinto chakra (il Faringeo).

Dalla filosofia yoga la cristalloterapia ha assimilato il concetto di "chakra,"che sono le sette zone del nostro corpo dove si concentra l'energia.

I sette Chakra principali del "canalis centralis"I chakra, detti anche vortici, sono infatti centri di energia posti lungo il "canalis centralis" del nostro corpo, in relazione con gli organi e le ghiandole più importanti.

In altre parole i chakra sono ricevitori e trasmettitori di energia la quale, secondo i popoli orientali, è veicolata anche dalle pietre,siano esse preziose o non, in quanto esse provengono dal sottosuolo e quindi sono cariche dell'energia della madre Terra. L'efficace uso delle proprietà delle pietre sarebbe in stretta correlazione con i loro colori rispondenti ai tipi di energie legate ai sette colori di cui è composta la luce bianca.

 I principali chakra sono sette e, come è stato già detto, a ciascuno è associata una sua potenziale energia e una particolare frequenza di vibrazione che corrisponde ad un determinato colore.

Si pensa che cristalli idonei, posti sui chakra, possano agire per interazione fra l’aura e le loro vibrazioni.

         Altri vortici sono localizzati nelle mani e sotto la pianta del piede.

Volendo poi avere sempre accanto a sé la propria pietra la si può indossare incastonata in un anello o in un bracciale o portarla nella borsa o jn una tasca  Importante è che sia all’interno della nostra aura,  quell’alone di luce che circonda il corpo fin dalla nascita, invisibile ad occhio nudo, ma visibile mediante la"foto Kirlian" (dallo scopritore russo Kirlian) e realizzata con strumenti di grande precisione. Alcuni  parlano di un campo magnetico che ci circonda, altri considerano l’aura come prodotto di cinque componenti: il corpo fisico, il corpo eterico, il corpo emozionale depositario degli stati di animo, il corpo mentale e il corpo spirituale. Questa aura assume continuamente forme e colori diversi perché rispecchia le varie trasformazioni psicofisiche che sono in continua evoluzione.

Volendo utilizzare le pietre per riequilibrare i diversi chakra è necessario seguire alcune norme fondamentali:

 

Moltissimi popoli dell’antichità attribuivano ad alcune pietre particolari poteri rivalutati attualmente anche dalla nostra cultura e molti oggi sono i sostenitori della cristalloterapia, merito del movimento New Age, secondo il quale la nostra epoca è alla riscoperta dell'energia spirituale dell'uomo e della sua interiorità, in sintonia con tutto ciò che è naturale.

Le pietre , come le piante e gli animali, fanno parte della natura e sarebbero quindi  in grado di emettere energia e vibrazioni  ed essendo materia allo stato di equilibrio perfetto, sarebbero capace di trasmettere influssi positivi. Bisogna però tenere sempre presente che le "pietre" non hanno alcun potere curativo proprio per cui non possono sostituire l’opera del medico o eventuali farmaci ma, secondo un concetto orientale, applicati ai vari chakra, possono  agire solo per affinità vibratoria.

L’Universo è un insieme di varie forme di energia da cui sono state generate tutte le possibili forme esistenti e fra questi anche i cristalli, forme cristallizzate di varie combinazioni energetiche. Ogni cristallo possiede un proprio reticolo cristallino in cui gli atomi occupano un posto ben definito, vibrando in modo ritmico; in tal modo gli atomi trasmetterebbero le vibrazioni dell’energia presente nel guscio più esterno dove sono gli elettroni capaci di spostamento. Queste vibrazioni possono interagire con le cellule del nostro corpo ristabilendo l’armonia alterata e "poiché la malattia del corpo fisico è un riflesso delle disarmonie energetiche dei corpi materiali e si ha la guarigione quando viene ristabilito il loro equilibrio, è evidente che è sufficiente porre il cristallo adatto nell’area di disturbo energetico e permettergli di ristabilire l’equilibrio per ottenere la guarigione di tutti i diversi corpi, da quello fisico a quelli immateriali sui quali soprattutto si manifesta l’azione dei cristalli" (da "L’energia dei cristalli" di Peter Brown)

Alcuni cristalli avrebbero quindi un potere riequilibratorio e i minerali più adatti ad essere programmati sono: tutti i minerali appartenenti alla famiglia dei quarzi, i minerali del gruppo delle tormaline, l’ambra (anche se non è un minerale), l’azzurrite, la malachite, la fluorite, il rubino, lo smeraldo, lo zaffiro, il topazio, il diamante, lo zircone.

Anche la forma della pietra avrebbe un ruolo importante e alcune forme verrebbero preferite ad altre. Si ritiene che le pietre rotonde favorirebbero la fertilità, mentre  le pietre quadrate sarebbero portatrici di prosperità e aiuterebbero a trovare il benessere fisico. Le pietre e i cristalli di forma triangolare,   portati come ciondoli portafortuna, sarebbero invece protettrici Le pietre di forma ovale, infine, favorirebbero  la creatività.

Le" pietre "che maggiormente svolgono un'azione benefica a livello fisico e psichico appoggiate sui vari chakra sono:

Adularla       

 E' la pietra della femminilità ed è indicata per migliorare i rapporti con la madre. Associata a tutte le pietre nere conferisce equilibrio psicologico ed arricchimento spirituale.

Agata          

L’agata è considerata un ottimo energetico capace di dare forza a tutti i livelli. Si trova generalmente in commercio in sezioni più o meno sottili da appoggiare sulla parte del corpo su cui si vuole intervenire.

Amazzonite

Si pensa che sia una pietra adatta a coloro i quali, per scarsa fiducia in se stessi, tendono a delegare agli altri decisioni e responsabilità.

Ambra          

Il mito di Fetonte  ha favorito la credenza che possedesse la capacità di attirare su di sé tutte le sofferenze alleviando il dolore, in particolare quello della testa, e aiutando chi ha la tendenza alla depressione. La si può sfruttare beneficamente portandola a guisa di ciondolo da appendere ad una collana piuttosto lunga in modo che possa venire a contatto con il chakra del cuore.

Ametista       

Favorisce l’introspezione, la concentrazione e la conoscenza di sé. A livello fisico favorisce la produzione di globuli rossi e la rigenerazione dei tessuti.   

Apatite           

Allo stato colloidale ha un ruolo importante come componente minerale delle ossa.

Azzurrite  

E’utilizzata per alleviare dolori dovuti a reumatismi, attivando l’assimilazione del rame e del calcio ed è consigliata anche in casi di artrosi cervicale e di osteoporosi.

Corallo         

Le ramificazioni del corallo ricordano l’apparato circolatorio umano e, per questo motivo, si dice che favorirebbe la formazione dei globuli rossi, e quindi, posto sul quarto chakra, sarebbe particolarmente adatto agli anemici. Ha inoltre fama di portare fortuna ed è usato come dono augurale. Ottimo il suo abbinamento con la turchese.

Ematite         

Si ritiene che l’ematite agendo sul primo chakra conferisca forza fisica e che aumenti vitalità e praticità trasformando la negatività in positività. 

Fluorite          

I cristalli di fluorite, immersi nell’acqua del bagno, possono alleviare i fastidi dell’artrosi e, in rilassamento, l’esercizio con i sette cristalli di fluorite dai diversi colori, applicati sui corrispondenti chakra (il verde sul primo chakra, l’arancio sul secondo chakra, il giallo sul terzo, il rosa sul quarto, il blu sul quinto, l’incolore sul sesto e il viola sul settimo) può aiutare a metterci in contatto con la parte più elevata di ciascuno di noi.

Lapislazzuli      

Nel corso dei secoli il lapislazzuli è stato associato al potere, alla saggezza e soprattutto alla facoltà di stimolare le attività psichiche. Oggi si pensa che favorisca l’introspezione e migliori la memoria. E' inoltre indicato nell'infiammazione della gola.

Lepidolite

Contenendo il litio, elemento usato negli stati depressivi,  questo minerale è appunto consigliato nelle situazioni stressanti per evitare malanni di natura psicosomatica.

Magnetite         

Massaggiando lentamente la colonna vertebrale con questo minerale vengono alleviati dolori articolari e lombaggine.

Malachite          

Ha la capacità di mettere ordine nella confusione mentale e la presenza del rame (circa il 70% in ossido) aiuta a mantenere flessibili le articolazioni. Appoggiata sui seni frontali (sopra le sopracciglia) allevia i dolori delle sinusiti croniche.
Ottima la sua combinazione con la turchese che ha azione disintossicante e con l’azzurrite che infonde calma.

Opale                

A seconda del colore e delle sfumature l’opale agisce su chakra diversi. L'opale di fuoco agisce prevalentemente sul sacro. E'stimolante e antidepressivo ma è  sconsigliabile associarla ad altre pietre, in particolare ai granati.

Quarzo

E’ considerato un potente trasformatore di energia, capace di ricevere, trasmettere e stabilizzare gli impulsi che gli vengono indirizzati e, per questo motivo, in ogni sua varietà, posto sui vari centri energetici, ne purificherebbe le vibrazioni riequilibrando, stimolando l’energia vitale e rafforzando il sistema immunitario. Il quarzo tormalinifero è considerato una pietra che unisce in sé la polarità degli opposti in quanto gli aghi oscuri di tormalina sono inseriti nella trasparenza e nella luce del quarzo. Per questo motivo è considerata una pietra che favorisce la spiritualità nelle persone molto legate alle cose materiali. In particolare, il quarzo ialino potrebbe essere un prezioso alleato per mettere ordine nelle nostre energie e per alleviare dolori dovuti a tensione o a stress come, ad esempio, il mal di testa. Poggiato sul punto dolorante trasformerebbe l’energia negativa che genera il dolore in energia neutra per poi attingere nuova energia positiva dal Cosmo.

Tormalina nera

A testimoniare che non tutte le pietre nere si devono considerare "pietre difficili" la tormalina è un minerale pieno di potere. E’ il migliore scudo contro tutte le energie negative, comprese quelle dei propri pensieri se questi sono pensieri di rancore, di risentimento, di pessimismo. Inoltre si ritiene che questa pietra abbrevi i tempi di cicatrizzazione delle ferite. È ottima sul coccige per alleviare i disturbi dell’artrite. Si dice protegga dalle  radiazioni che possono nuocere al nostro organismo.  E’ buona abitudine metterne un bel cristallo davanti al computer.

Turchese

La turchese, portata all’altezza della gola, favorisce la circolazione del sangue ed è ottima per la rigenerazione dei tessuti . È considerata la  spugna della negatività sia dal punto fisico che psichico.

Anche le pietre preziose, oltre alla loro bellezza e alla loro rarità, posseggono particolari poteri.

Acquamarina

Si dice che abbia il pregio di rasserenare l’animo ed essere di aiuto nel rilassamento e nella meditazione. E’ indicato per chi ha problemi di cattivo funzionamento della tiroide e per chi soffre di asma e di riniti, malesseri dovuti a tensioni ed emotività. Questa gemma, inoltre,stimola la capacità di poter esprimere i propri pensieri senza il timore di essere giudicati.

 Diamante

E' usato per risvegliare la forza vitale e quindi progredire. Unito ad altre pietre ne aumenta le proprietà e quindi l'efficacia. Il diamante è una pietra potente e deve essere usata con molta cautela. Essendo molto duro è considerato la pietra dell’imbattibilità, ma è anche una pietra molto pericolosa perché ha il potere di favorire la durezza interiore e rendere chi lo porta superbo e arrogante. 

Rubino

E' stato anche definito la pietra del Sole, simbolo di forza vitale, di amore e passione e oggi si ritiene che questa gemma rafforzi le relazioni sentimentali. E’ considerata la pietra migliore per regolare la circolazione se applicata all’altezza del cuore.

Smeraldo

Gli antichi lo consideravano il talismano dell’amore. Oggi si crede che aiuti a vedere e a superare i propri limiti e che, portato al dito medio, rafforzi la memoria. E’ simbolo di castità, di speranza, di gentilezza di animo, ma anche di fermezza.

Topazio

Oggi si consiglia di porre il topazio giallo sul plesso solare per sciogliere le tensioni emotive. Tutti i topazi, e in particolare quello rosa, infonderebbero calma e serenità e aiuterebbero a vincere la paura. Il topazio è considerato anche la pietra della giovinezza capace di rigenerare i tessuti aumentandone l’elasticità

Zaffiro

E' considerato un efficace antidepressivo e attivatore dell'intuito. Dal punto di vista fisico migliora la vista e la memoria.  Si ritiene che questa pietra aiuti a essere più sensibili a recepire le profonde esigenze dello spirito, aiutando a vedere più chiaramente il cammino da seguire nella vita.
Secondo la tradizione buddista, favorisce la pace interiore.

 

Tutte le "pietre", migliorando il nostro equilibrio psicofisico, possono apportare anche un miglioramento estetico ma ve ne sono alcune che possono darci quel "qualcosa in più" che conferisce maggiore fascino e la famiglia dei quarzi, come sempre, ci offre le migliori possibilità.

Quarzo rutilatoIl quarzo rutilato stimola il sistema immunitario ed agevola la distensione. Per questa duplice funzione, appoggiato sui seni frontali, svolge un’azione benefica sulla pelle.

Poiché la bellezza è armonia, il quarzo citrino può essere un ottimo trattamento cosmetico. Appoggiato sull’addome fra il 1° e il 3° chakra, favorisce l’assimilazione delle vitamine A ed E, rende la pelle più giovane ed elastica e rallenta l’invecchiamento fisico. Lo si può usare come ciondolo utilizzando una catenina d’oro o d’argento.

Ma, più di tutti, i cristalli di quarzo ialino rallentano il processo di invecchiamento della pelle e la formazione delle rughe. Cristalli burattati di quarzo ialino, sempre dopo averli purificati, programmati e caricati, immersi nel barattolo di crema normalmente usata, sia idratante che nutriente, migliorano sensibilmente lo stato della pelle.

Non meno efficaci sono le tormaline immerse nell’olio di mandorle dolci.

LapislazzuliPer rendere poi la pelle del corpo più morbida e per sentirsi nello stesso tempo rilassati basta mettere dell’agata nell’acqua calda della vasca da bagno ed immergersi restandovi quanto più tempo possibile.

Infine il lapislazzuli con il suo intenso colore blu, picchiettato d’oro, accentua il fascino di chi lo indossa.

 


Torna all'indice